AIUTO! MI SONO INNAMORATO DI UN UOMO MATURO

Ciao Project,
sono un ragazzo di 24 anni e mi sono innamorato di un ultrasessantenne. È anziano ma è un bell’uomo ed è gay, lo so perché gliel’ho chiesto direttamente e mi ha risposto che lo era. Io ho fatto le mie esperienze ma non avevo mai trovato un uomo così e credo che lui a me tenga moltissimo, o meglio, non lo credo, ne sono certo, però non vuole avere rapporti sessuali con me, mi tiene a distanza, è un po’ come se gli facessi paura, ha cercato di incoraggiarmi a trovarmi un ragazzo più o meno coetaneo e quando è successo non è stato minimamente geloso, io mi sento perso perché ne sono innamorato e penso di avere anche un forte ascendente su di lui, ma lui scappa sempre, cerca scuse, io provo a insistere ma non mi dice mai di sì. Ho notato che quando parliamo d’amore lui la mette sempre sul piano affettivo, mentre per me è proprio una questione sessuale e credo che questo lui non riesca a capirlo, mi dice sempre che è vecchio, che non sta bene e che un ragazzo giovane potrebbe costruire una vita con me. Io cerco di metterlo alle strette ma scappa sempre. Ho cercato di dimenticarlo, ho avuto anche esperienze rischiose con persone grandi che a me non ci tenevano affatto, mentre lui ci tiene eccome e lo vedo benissimo, ma il sesso lo ha proprio messo da parte, mi dice che non ha più pulsioni sessuali e che a queste cose non pensa proprio più. Non riesco a capire perché scappa sempre. Sono io che insisto per stare con lui, quindi che scrupoli dovrebbe avere? Non è lui che mi sta insidiando e non capisco propRio che problemi si faccia. Altri suoi coetanei con me sono stati assillanti ma solo per andare a letto con me. Lui non mi chiama mai, lo chiamo sempre io, ma resta al telefono tantissimo tempo e poi io comincio a insistere per fargli dire di sì e lui cerca di deviare il discorso e mi fa rabbia che non arrivi a capire che per me è una cosa importante. Io non credo di amarlo, cioè non credo di volergli bene come lui dice di voler bene a me e certe cose che mi dice mi sembrano onestamente un tantino patologiche. Ma come fa a innamorarsi e a non pensare al sesso? Io non ci riuscirei. Credo di essere molto presente nella sua vita ma il fatto che mi voglia bene (a modo suo) un po’ di preoccupa e un po’ mi irrita. So che non mi chiama mai ma so anche che una mia telefonata gli fa piacere e così mi sento condizionato. O sono strano io o è strano lui, o anche tutti e due. Che ne pensi Project?
Eman
_______

Ciao Eman,
beh… mi pare che tu non tenga nel dovuto conto il fatto che lui non ha 24 anni e che per mille ragioni può avere realmente archiviato la sessualità. Il suo modo di fare è più che comprensibile e anche se fosse innamorato di te, anzi tanto più se fosse innamorato di te, cercherebbe di non intromettersi nella tua vita a livello sessuale. Posso capire che per te sia un interesse sessuale ma la spinta alla sessualità a tanti anni di distanza è enormemente diversa. Gli uomini maturi che hai conosciuto e coi quali hai avuto esperienze, per tua stessa ammissione, non erano innamorati di te, a loro interessava un ragazzo e hanno trovato te, questo signore probabilmente ti vuole bene davvero, anche se ti riesce difficile capirlo, e voler bene a qualcuno significa cercare do fare di tutto per realizzare la felicità di quella persona e probabilmente il suo atteggiamento deriva dal fatto che dal suo punto di vista, il fatto che tu abbia rapporti con lui non sarebbe comunque, almeno alla lunga, un motivo di tranquillità e di soddisfazione per te, mentre se tu costruissi un rapporto con un coetaneo serio, secondo lui, le prospettive a lungo termine sarebbero ben diverse. E poi ci possono essere motivi anche meno nobili ma comunque comprensibilissimi, primo tra tutti il fatto che un anziano ha ormai un modo di vivere e delle abitudini consolidare e che avviare una relazione sessuale con un giovane comporterebbe uno sconvolgimento di tutto questo. Molto brutalmente: vedere due ragazzi gay che si tengono per mano già crea problemi a tenta gente ma vedere due persone che appartengono a generazioni diverse costruire una relazione sessuale, potrebbe creare, anzi è molto probabile che crei una reazione sociale negativa. E comunque un anziano sa bene che cosa vuol dire essere anziano, che non è come essere un giovane coi capelli grigi. Insomma, perché non cerchi di prendere da questa persona quello che può veramente offrirti? Io credo che sarebbe la soluzione migliore per entrambi.

 _________

e volete, potete partecipare alla discussione di questo post aperta sul forum di Progetto Gay: http://progettogayforum.altervista.org/viewtopic.php?f=22&t=4953

Annunci

COPPIE GAY IN CRISI E SESSO PER EVASIONE

Ciao project,
ti devo chiedere scusa per ieri sera. Mi rendo conto di essermi comportato da stupido raccontandoti tante balle e ho visto che ti sei preoccupato veramente. Non so come mi sia venuto il testa di raccontarti tutte quelle balle. Te lo ripeto, non è successo niente di tutto quello che ti ho raccontato. Delle cose di quel genere ci sono state ma tanto tempo fa e adesso, dopo il test, posso stare tranquillo. Il fatto è che la tentazione di fare veramente di nuovo quelle cose ce l’ho e fortissima. Può darsi pure che io cercassi da te una specie di predica preventiva proprio per evitare di mettermi a rischio e in effetti la predica un risultato lo ha prodotto perché un po’ mi sono calmato. E poi c’è un’altra faccenda e cioè che di me non si preoccupa mai nessuno. I miei genitori si sono sposati proprio perché io ero in arrivo e ne avrebbero fatto probabilmente a meno se avessero potuto e poi tra non ci sono stati mai buoni rapporti, per loro sono stato per anni come una palla al piede. A natale non abbiamo passato insieme nemmeno un’ora e non ci siamo fatti nemmeno gli auguri. Può darsi che mi manchi un po’ la famiglia. Certo che vederti preoccupato mi ha fatto pensare parecchio. Quando ti ho detto che erano tutte balle sei caduto dal pero e forse i dubbi ti sono rimasti e lo capisco benissimo perché le bugie, anche quando sono confessate, lasciano una scia di incredulità. Ma la questione di fondo è un’altra e cioè che quelle cose per me sono una tentazione grandissima… Tu hai insistito molto sul mio ragazzo perché si vede che per te un rapporto stabile è molto importante, ma per me non è così, anche perché il rapporto col mio ragazzo è strano. Io ne sono innamorato, è in pratica la prima volta che mi succede, ma lui ha ancora in testa il suo ex che non lo ha voluto. Quando stiamo insieme stiamo bene se facciamo l’amore, se scherziamo su tante cose, ma se ci mettiamo a parlare più seriamente vengono fuori tante cose che non sono come le vorrei. Lui mi vuole bene ma non è convinto, per lui sono la seconda scelta e questo mi fa stare male. L’ho aspettato mesi sperando che la fissa per il suo ex gli passasse, ma non è successo, a me non manda sms, a lui sì… e meno il suo ex gli risponde più lui se ne sente innamorato e disperato insieme. Io sono il chiodo scaccia chiodo, forse, e allora pano piano comincio a metterlo da parte, a pensare che se mi dice di no faccio bene ad andarmene con chi mi pare, ma non per costruire chissà che storia d’amore, perché a queste cose ormai non credo proprio più, ma solo per un po’ di sesso, senza altre elucubrazioni intorno. Non so, forse sono io il caso patologico che non si rende conto che le cose vanno così e che cerca di parare le frustrazioni andando in cerca di sesso disimpegnato. Ho notato che non tendi a parlare di sesso ma a mettere le cose su un altro piano, per te l’idea centrale è il volersi bene, ma, project, io non sono un bel ragazzo, sono molto mediocre e me ne rendo conto benissimo, ma chi vuoi che si innamori di me e poi sono anche un po’ stronzo e te ne sei accorto pure tu ieri sera, qualcuno mi si avvicina, poi si rende conto di chi sono veramente e prima o poi mi molla, e lo posso capire benissimo. Che cosa posso costruire io? “Costruire” è una parola che ti piace molto, l’ho notato. So bene che il sesso non protetto con gente di cui non si sa nulla è a rischio, non sono cretino, lo so, però per me ci resta solo quello. Tu dici che va fatto sempre protetto, ma un pompino col preservativo no! Tanto vale farne a meno, ma a farne a meno non ci riesco. Aspettare di avere un ragazzo fisso, beh, è come aspettare la befana e insomma si va di male in peggio. Io la voglia di costruire non ce l’ho e tendo a lasciarmi andare del tutto, a non prendere mai impegni, a rinviare tutto. Se ho una scadenza faccio sempre tutto di corsa all’ultimo secondo. Quelli che mi cercano da me vogliono solo sesso, anche se non sono un bel ragazzo, e l’unico che forse si era innamorato di me a me non piaceva fisicamente. Adesso ho un ragazzo, ma con tutto quello che ti ho detto, che vuol dire che ho un ragazzo? Al massimo vuol dire che mi manca quando non c’è, ma quando c’è, a parte il sesso, preferirei stare solo. Una meraviglia!! Ah ah! Comunque grazie del tempo che hai perso con me.
Fabio

_________________

Se volete, potete partecipare alla discussione dei questo post aperta sul forum di Progetto Gay:

http://progettogayforum.altervista.org/viewtopic.php?f=23&t=4949