BISESSUALITA’ A PERIODI

Ciao project, prima di tutto complimenti per il sito, mi piace moltissimo soprattutto per le testimonianze che raccoglie, il tuo è un lavoro eccezionale. Non so perché ti scrivo, le cose che ho da dirti non le ho mai dette a nessuno e per me è un gran peso che mi tolgo ora a raccontartele. È da 1 anno circa che ho capito di essere bisex, ma non è che provo attrazione contemporaneamente per gli uomini e per le donne, vado a "periodi" diciamo, e questo è un problema per me e per come sono fatto, non vorrei offendere nessuno ma sento di dover essere sincero, il fatto è che io non riesco "sentirmi gay sempre", a volte vorrei, giuro, ma non mi riesce, tutti gli stereotipi dei gay non mi si addicono affatto, in più quando passo al mio "periodo etero" non riesco a provare desideri sessuali per gli uomini e questo mi disorienta ancora di più, poi invece quando entro nel "periodo gay" divento (scusa il termine) un animale, penso solo al sesso e provo attrazioni fortissime per i ragazzi, comincio a masturbarmi pensando a chi vedo in palestra e la voglia non fa che salire sempre di più fino a che la masturbazione non mi soddisfa più, vorrei uscire e andare nei locali gay e conoscere altri ragazzi e avere rapporti con loro. molto spesso ho anche pensato di andare in una sauna ( sono di Firenze)…. penso che la sauna sia un posto dove si trova il sesso e io voglio solo quello e nient’ altro, ma so che è un posto per esperti e pericoloso e sudicio anche, allora penso di essere una specie di mostro, io sento dire che le saune sono dei posti squallidi dove ci vanno solo quelli che cercano sesso per una sera e basta, a volte penso che siano posti orrendi, poi ci penso e dico: ma io è questo che voglio! voglio un corpo maschile sul quale sfogarmi, è forse sbagliato tutto questo?! è normale!? poi l’unico modo che ho per farmi passare questa voglia è quello di masturbarmi molto (anche 6 volte al giorno) e dopo un po’ il desiderio non è che si assopisce, scompare e riprendo a pensare alle donne mentre mi masturbo automaticamente, non è che cerco di spostare il mio pensiero sulle donne anzi cerco di farlo rimanere sugli uomini ma non riesco e automaticamente "slitto" a pensare alle donne e a tutto il resto, credo che questo sia un incubo, un inferno, non so che fare, ho pensato che forse sarò condannato a vivere così: mezzo gay e mezzo etero e questo mi porterà a vivere una doppia vita che non riesco a sopportare poiché sono di natura un ragazzo molto sincero, con me e con gli altri, non so come fare perché in quel periodo vorrei fare del sesso con un ragazzo ma ho paura, prima ho paura di me e di questo mio cambiamento di "gusti" (ormai però c’ho preso l’ abitudine), ho paura delle malattie se vado in una sauna o se cerco incontri su internet e ho paura di essere scoperto perché se così fosse dovrei rinunciare alla mia vita da etero e spesso penso che sia la cosa fare ma non mi riesce! Spesso ho provato a cancellare o ignorare la mia parte etero o quella gay e il risultato è stato pessimo in entrambi i casi: in un caso stavo per andare con una prostituta (poiché potrai capire che anche la mia vita etero è straziata da questa situazione) e in un altro caso ho incontrato un uomo su internet e sono andato a casa sua e lui cercava di farmi avere un rapporto orale ma io mi sono opposto e me ne sono andato con violenza, non so che fare, dammi qualche consiglio su come gestire questa situazione, fatti sentire ti prego, vorrei sapere cosa fare, come muovermi, mi piglia male, davvero …

Se vuoi, pubblica pure quest’e-mail non mi interessa, ma dubito che sarà utile a qualcuno.
______________

Ciao, innanzitutto grazie per questa testimonianza che contribuisce a fare luce sul pianeta bisessualità, pianeta ancora in gran parte inesplorato.
Parli di una bisessualità a periodi della quale ti sei reso conto da un anno e parli in modo netto di un’alternanza di fasi che, tuttavia, nel tuo caso devono essere alquanto brevi, diciamo della durata di alcuni mesi al massimo, se nello spazio di un anno hai potuto avvertire chiaramente l’alternanza. C’è un’altra cosa che mi colpisce nella tua mail ed è il fatto che, pur sostenendo che ogni tentativo di mettere da parte la dimensione gay o quella etero ha portato pessimi risultati, cosa più che comprensibile per un bisex, dici che in fondo rinunciare alla tua vita etero sarebbe la cosa da fare. Insisti molto sulla masturbazione in chiave gay e sulla violenta sessualizzazione della fase gay, il che lascerebbe intendere che la fase etero sia invece di marca prevalentemente affettiva, cosa però smentita dall’ipotesi di andare con una prostituta. L’idea di andare con una prostituta potrebbe essere però più che la ricerca di uno sfogo sessuale etero, il tentativo di sessualizzare anche la fase etero che comunque, dal tono generale della mail, sembra essere sessualmente assai meno coinvolgente di quella gay. Sembra che il tuo interesse per i ragazzi sia esclusivamente sessuale, il che non è proprio tipico della omosessualità a periodi (che tra l’altro in genere sono periodi di anni). In genere un omosessuale a periodi in fase gay è gay sia sotto il profilo sessuale che sotto quello affettivo e quando è in fase etero è etero da tutti i punti di vista. Anche se dalla tua mail non lo si evince con certezza, sembra di capire che tu non provi un’attrazione affettiva per i ragazzi, forse la provi per le ragazze, ma non è chiaro. In ogni caso tendi a ricercare, almeno in fase gay, una soddisfazione esclusivamente sessuale e lo dici chiaramente. Nella tua mail non accenni alla tua età, che sarebbe un elemento molto utile per farsi un’idea più precisa della situazione. La possibilità che tu sia realmente bisessuale a periodi è reale ma la cosa non è così automatica proprio perché i tuoi periodi sono molto brevi e perché almeno in fase gay sembra non esistere una dimensione affettiva. Sarebbe fondamentale conoscere come vivi anche la fase etero, della quale però sostanzialmente non parli e capire anche quale sia stata la tua sessualità prima di avere la chiara percezione di una forma di bisessualità. Se sia cambiata solo la tua percezione della tua sessualità o sia cambiato proprio il modo di viverla, sia a livello di coppia che di masturbazione. Gli interrogativi aperti sono parecchi e, mancando elementi essenziali è difficile dare una risposta sicuramente pertinente alla tua situazione. Se tu fossi realmente bisessuale dovresti puntare quantomeno sul recupero dell’affettività gay, in modo da vivere la fase gay in una dimensione che non sia di sola frenesia sessuale. Sottolineo che non è raro il caso di ragazzi che si identificano come bisex ma di fatto non hanno autentiche pulsioni sessuali etero e vivono la loro cosiddetta parte etero in una dimensione quasi esclusivamente affettiva o stentatamente sessuale, mentre l’attrazione sessuale è pressoché totalmente gay e non è accompagnata da affettività. Alla base di questi comportamenti, che non sono segno di bisessualità, c’è un meccanismo di parziale rifiuto della omosessualità sulla base del seguente ragionamento: “Io desidero sessualmente i ragazzi ma non li amo, quindi non sono gay ma etero perché amo le ragazze, anche se forse non le desidero come i ragazzi”. Chi prova una pulsione sessuale gay molto forte e rifiuta l’idea di essere gay tende a considerarsi bisex per il fatto che “ama” le donne, cioè la sua affettività è rivolta in maniera pressoché esclusiva verso le donne. Al momento non mi sento di darti una risposta convinta perché mancano degli elementi essenziali, tuttavia, orientativamente, ti consiglierei di cercare di creare dei rapporti affettivi veri con dei ragazzi gay, anche quando sei in fase etero, cioè in modo del tutto slegato dall’attrazione sessuale. Questo potrebbe giovarti in ogni modo, sia che tu sia realmente bisex, per vivere la fase gay in modo equilibrato, sia che tu non riesca ad accettarti come gay e finisca per accettare dell’essere gay solo la pulsione sessuale trascurando la dimensione affettiva. Nel caso tu fossi realmente bisex a periodi vivresti certamente una situazione di instabilità affettiva e sessuale legata al cambiamento di fase e all’insicurezza che ne deriva. Un vero bisex ha indubbiamente più problemi di un gay nel costruire una storia stabile di lungo periodo che al limite potrebbe essere del tutto impossibile. Per un bisex tuttavia esiste in genere un altro modo di vivere l’affettività e la sessualità ed è l’amicizia sessualizzata o meglio episodicamente sessualizzata. Per realizzare un’amicizia sessualizzata bisogna innanzitutto vivere un rapporto di amicizia profondo che induca il partner non bisex (uomo o donna a seconda delle circostanze) ad accettare l’idea di un rapporto anche sessuale con l’amico, ma senza i caratteri della definitività e della stabilità. Queste cose, pur di non facile realizzazione, diventano reali in una percentuale non trascurabile di casi. È ovvio però che per giungere a questi livelli di amicizia il rapporto affettivo deve essere particolarmente forte e stabile. Per il momento concludo qui. Se vorrai darmi qualche ulteriore elemento proverò a completare il quadro. Grazie ancora per la tua mail che penso possa avere eccome un’utilità per tanti ragazzi.
Project

___________

Se volete, potete partecipare alla discussione di questo post aperta sul forum di Progetto Gay:

http://progettogayforum.altervista.org/viewtopic.php?f=23&t=546

Annunci

PULSIONI SESSUALI E DIMENSIONE AFFETTIVA GAY

ciao project,

mi presento:mi chiamo [omissis], ho 26 anni e da un mese e qualcosa visito regolarmente il forum e chatto anche con la comunità di progetto gay.. mi trovo estremamente bene,tutti ragazzi divertenti e "sani",il che è davvero importante, anzi, l’intero tuo lavoro lo è per tutti noi.

è stato un amico a fornirmi il tuo contatto msn, spero la cosa non ti molesti, ti scrivo questa mail per chiederti un’opinione, un punto di vista circa una questione che mi sta a cuore, allora vado dritto al punto: ho 26 anni, ma non sono di quelli "ho sempre saputo di essere gay", probabilmente perché io credo di essere in piccola (ma pur sempre esistente) parte etero, ho avuto frequentazioni con ragazze ma non c’era passione non la passione che provavo e provo con e per i ragazzi era più affetto o stima, piacere fisico, non altro, invece a 20 anni mi sono innamorato e per me è stato come aprire gli occhi, scoprire che le farfalle nello stomaco esistono e non sono un’invenzione dei poeti e dei romantici incalliti. Ho raggiunto la consapevolezza di essere gay e ho fatto coming out, però questo non ha portato a cambiamenti concreti, nel senso che mi sono innamorato (anche seriamente l’ultima volta), nel senso che è durato molto a lungo il mio sentimento) per tre volte e tutte e tre le volte di ragazzi etero, l’ultima volta di un amico stretto forse è stata questa confidenza esistente tra noi a rendere l’innamoramento più violento e profondo, non so, fatto sta che, nonostante la mia età, io a rapporto fisico sono fermo, data la sfiga (e diciamolo!) che ho avuto con quei tre ragazzi, ora io non ho mai chattato nelle chat per appuntamenti, non fanno per me, però ho avuto modo attraverso pg di parlare e confrontarmi con tanti ragazzi, ognuno con la sua storia, in molti, devo dire, sono passati per la trafila delle chat, esperienze sessuali, sentimentali o solo amicizie, ecc.. in molti hanno poi deciso di dedicarsi a rapporti più seri, stabili, ma in tutti praticamente ho letto mancanza di pentimento, insomma, si aveva bisogno anche del sesso, ora, il punto focale è questo: il fatto di non aver mai avuto contatto fisico con un ragazzo mi pesa, mi pesa molto, e invidio (lo ammetto) chi ne ha avuti, allora, giorni fa, sono entrato in una di quelle chat e ho chattato con un paio di ragazzi della mia zona, da ambo le parti l’intento era chiaramente fisico, ma mi sono tirato indietro, mi sentivo fuori luogo, fuori di me, fuori dal mio mondo, insomma fuori. I miei amori, sebbene non corrisposti, sono stati veri, reali, incontrati e vissuti nei miei ambienti quotidiani, lì dove si svolge la battaglia della vita, ora,mettermi in chat e fare quella sorta di antipasto obbligatorio per poi passare al pranzo, magari dover inviare delle foto, sono cose che non mi appartengono, in cui non mi riconosco, eppure permane quella voglia fortissima di sesso, sì, di sesso vero e proprio, ma al contempo è come se non riuscissi a rinunciare alla magia dell’incontro, del colpo di fulmine, della casualità, del piacersi, allora la domanda è: che dovrei fare? dare ascolto al mio fisico che mi invia segnali ben distinti o ascoltare la ragione, che mi dice di aspettare che la vita si mostri da sé sotto altri aspetti? Sono davvero insicuro e incerto, mi sento combattuto.

Ti ringrazio per l’ascolto e spero in una tua risposta.

Se vuoi pubblicare questa mia mail, cambia il nome, solo questo.

Ti ringrazio in anticipo per l’attenzione.

_______________________

Ciao,

non ti nascondo che le cose che dici di Progetto Gay mi sono molto gradire. Ieri ho visto che mi avevi aggiunto su msn ma non sapevo chi fossi, per questo ti ho chiesto “Ci conosciamo?” Ma ora la tua mail chiarisce tutto, non solo non mi crea problemi che un altro ragazzo ti abbia dato il mio contatto, anzi è una cosa che apprezzo. Ma vado alle due questioni fondamentali che trovo nella tua mail, cioè quella della parziale eterosessualità e quella del che fare quando si percepisce chiaro e forte il desiderio di un contato sessuale. Parto dalla prima questione. Tutta la tua mail ha una caratterizzazione tipicamente gay. Una premessa: l’orientamento sessuale non si identifica con i comportamenti sessuali. Ci sono ragazzi gay che non hanno mai avuto contatti sessuali gay, che hanno avuto solo rapporti etero, che si sono sposati e hanno vissuto esclusivamente una sessualità etero, ma quei ragazzi sono ugualmente gay al 100% se le fantasie della loro masturbazione sono rivolte esclusivamente ai ragazzi. La sessualità si manifesta in modo libero non nei comportamenti di coppia ma nei desideri sessuali spontanei, quelli cioè che accompagnano le fantasie sessuali spontanee che si manifestano eminentemente nella masturbazione. Se un ragazzo gay, cioè con fantasie sessuali spontanee esclusivamente gay, si trova accanto a una ragazza, in condizioni di intimità, meglio ancora se si tratta di intimità affettiva, niente toglie che possa benissimo andare in erezione e, se la situazione è particolarmente favorevole, che possa anche arrivare ad avere vero e proprio contatto sessuale con la ragazza. Se quel ragazzo è veramente gay al 100%, per lui la cosa finisce lì, il ricordo di quell’esperienza non diventerà una fantasia masturbatoria ricorrente e quel ragazzo continuerà a masturbarsi pensando esclusivamente ai ragazzi. Un ragazzo che abbia una vera bisessualità, anche con orientamento etero lieve, vive una masturbazione anche con fantasie etero e se cerca soddisfazioni sessuali non le cerca esclusivamente in campo gay. Il fatto che un ragazzo gay possa fare sesso con una ragazza non lo rende affatto un eterosessuale. È proprio questo l’errore tipico che fanno le ragazze che si innamorano di ragazzi dichiaratamente gay. Quando vedono che quei ragazzi arrivano ad avere rapporti sessuali con loro credono che il problema dell’essere gay sia superato e che il ragazzo sia prodigiosamente diventato etero, perché ha dei comportamenti sessuali di coppia etero. Ma le cose stanno in modo molto diverso, quei ragazzi hanno spesso una doppia vita sessuale, all’inizio etero in coppia e gay nella masturbazione ma poi piano piano gay anche a livello di coppia. Orientamento significa “desiderio sessuale” e quando i propri desideri non si possono realizzare ci si adatta a vivere “quello che è possibile” ma questo è appunto un adattamento e con l’orientamento sessuale, ossia col desiderio sessuale spontaneo non ha proprio nulla a che vedere.

Quanto al secondo punto ci sono diverse cose da dire. È vero che molti ragazzi, anche se certamente molti meno di quanto appare dato che la stragrande maggioranza dei gay non è dichiarata ed è invisibile, scelgono di privilegiare la sessualità fisica mettendo da parte la dimensione affettiva, ma questo non giustifica comunque un comportamento che riduce l’affettività e la sessualità ad incontri di sesso combinato in chat o in siti di incontri. Innamorarsi in modo serio e reciproco e poter fare l’amore con un ragazzo di cui si è innamorati è una cosa, fare sesso con un ragazzo conosciuto in chat è una cosa totalmente diversa e neppure lontanamente paragonabile. Scindere affettività è sessualità è uno dei punti critici di molti ragazzi gay e questo deriva in buona parte dalla pornografia che finisce per sostituire l’affettività vera, ma c’è anche l’idea del tutto e subito e del cominciare dal sesso per arrivare all’amore, tutte cose che svuotano dell’interno l’esperienza di una sessualità vissuta come condivisione affettiva. Hai avuto la fortuna di conoscere l’esperienza di un vero innamoramento gay, anche se nei confronti di ragazzi etero. Pensa che cosa sarebbe vivere quegli stessi sentimenti se fossero diretti verso un ragazzo gay di cui sei innamorato e che ti corrisponde allo stesso livello. Non è il sesso a livello tecnico l’essenza dell’essere gay, ma il fatto di amare un ragazzo. Nell’amore c’è anche la sessualità ma nella sessualità per sfogo o per provare tante volte l’amore non c’è per niente. La sessualità di un ragazzo è una cosa preziosa che deve essere vissuta in modo profondo e non buttata via per dire “Così l’ho fatto anche io!” Si tratta di una delle zone più profonde e più importanti della personalità dalle quali dipende l’equilibrio generale di una persona. Tutto questo costituisce un patrimonio unico e irripetibile che non deve essere dissipato. Aggiungo una mia preoccupazione di fondo. Tra due ragazzi che si conoscono a fondo e che si vogliono bene la sessualità vissuta come scelta responsabile, ossia dopo i controlli fatti insieme da entrambi i ragazzi per le malattie sessualmente trasmesse e in particolare per l’aids, è un momento di libertà vera che non è turbata da nessuna ansia legata al rischio per la salute, cosa che non accade con persone sconosciute e comunque in assenza di una certezza oggettiva dell’assenza di rischi. Sì, certo, capisco bene che alla tue età lo spinte della sessualità sono forti, ma non si cresce in dimensione affettiva a forza di incontri con ragazzi combinati nelle chat erotiche e francamente il non avere fatto sesso tanto per provare a me sembra un valore e un indice di serietà della persona.

Un abbraccio.

Project

___________

Se volete, potete partecipare alla discussione di questo post aperta sul Forum di Progetto Gay:

http://progettogayforum.altervista.org/viewtopic.php?f=23&t=542

SONDAGGI DI PROGETTO GAY – IL MIO PIU’ GRANDE DESIDERIO

IL MIO PIU’ GRANDE DESIDERIO IN RAPPORTO ALLA MIA VITA
AFFETTIVA

(TRATTO DAI SONDAGGI DI PROGETTO GAY)

 

Trovare
una persona che sappia capirmi e mi faccia sentire sereno con me stesso e con
il mondo, ma soprattutto con lei.
Trovare un ragazzo che mi voglia bene e potergliene volere e poter stare sempre
insieme.
Trovare degli amici sinceri e un amore.
Che il ragazzo di cui sono innamorato ricambi.
Provare ad avere diversi rapporti per poi scegliere l’orientamento giusto per
me.
Vorrei avere un rapporto sincero e leale e condividere tutto con il mio
compagno.
Convivere con il mio compagno.
Convivere con il mio compagno.
Condividere in pieno con il compagno tutto ciò che la vita propone e vivere in
serenità e completa lealtà .
Trovare un ragazzo,innamorarmi di lui e vivere una vita felice assieme…
Incontrare l’uomo della mia vita.
Che il ragazzo di cui sono attualmente innamorato diventi il mio compagno di
vita.
Stare insieme al ragazzo di cui sono troppo innamorato.
qualcuno che mi comprenda e mi sia d’appoggio sempre, amandomi e rispettandomi
con tutto il cuore.
Trovare l’amore della mia vita.
Sogno di vivere un rapporto intenso ma discreto, non mi va di dichiararmi oltre
il necessario per vivere una vita sessuale e intima gradevole; sono un rapporto
di coccole, ma non posso sublimare così tutta la mia sessualità che sente il
bisogno imperante di essere sfogata carnalmente. Sono una affettività e una
sessualità monogama, di coppia ma in un rapporto che comunque lasci per il momento
intatta tutta mia individualità, il mio ideale sarebbe un qualcosa che si
avvicina il più possibile a una amicizia amorosa che non diventi soffocante.
Vorrei solo essere felice e non avere problemi con la mia famiglia in merito al
fatto che, ora lo so, sono gay, anche se tendo a dichiarare (a me stesso!) di
essere bsx perché sono stato anche con una ragazza ed ho provato attrazione ma
ora stò con un ragazzo che sento di amare.

Superare
i miei problemi legati all’insicurezza personale per poter vivere serenamente e
piu a lungo accanto alla persona che amo.
Il mio più grande desiderio sarebbe di vivere un rapporto affettivo felice con
il ragazzo che amo, di essere amato da lui. Un rapporto di reciproco rispetto,
fedeltà. Una relazione in cui, anche se si commettono errori, il partner riesca
a perdonare l’altro. Desidero che questo amore riesca a farmi trovare il
coraggio di dichiararmi pubblicamente, così da non dover più nascondere a
nessuno i miei veri sentimenti, di non aver più paura di vivere apertamente la
mia relazione. E ovviamente di portare avanti con successo questa relazione.

Trovare
un ragazzo da amare che mi contraccambi… banale vero? XD.

Avere
qualcuno di cui prendermi cura e su cui poter contare.

Essere
amato per quello che sono.

Trovare
un ragazzo che mi ami sul serio e che non voglia solamente del sesso.

Stabilità.

Avere una
persona speciale accanto! sapere di stare bene con lui e starci! affetto!!

Avere un
ragazzo dolce ed essere ricambiato in amore, tutto si vive per amore…

Riuscire
un giorno a definirmi o etero o gay o bisex ed esserne sicuro al 100% per
riuscire a vivere felicemente con me stesso e con gli altri in modo del tutto
spontaneo e libero.

Avere un
ragazzo a cui voler bene e esserne corrisposto.

Trovare
un ragazzo da amare con cui andare a vivere.

Vivere
una vita di coppia sana e ben regolata.

Avere una
relazione stabile e duratura.

Sono
molto soddisfatto della mia vita affettiva e sessuale, e il mio desiderio è che
possa continuare così con la stessa intensità di intesa e complicità
reciproche.

Poter
stare con un ragazzo e parlare di tutto in modo spensierato senza preoccuparsi
di dire cose sbagliate. Preciso che il + grande desiderio x poter vivere una
vita affettiva è trovare un ragazzo.

Trovare
la persona di cui innamorarmi, essere corrisposto, e poter dare e ricevere
tutto l’amore possibile

Amore
rispetto sincerità e emozionarmi

Sentirmi
amato e voluto

Convivere
con un ragazzo in piena armonia,come un vera famiglia.

Vivere
serenamente, senza doversi nascondere e senza avere paura, con un ragazzo della
mia età o di poco più grande, che sia bello e dolce, e tutto quello che ne
derivi: baci, abbracci, carezze, chiacchierate, giocare assieme e anche 1 po’
di sesso.

convivenza
col proprio ragazzo

Trovare
il ragazzo con il quale non devo vergognarmi di nulla, a cui posso aprirmi e
donarmi completamente

amare ed
essere amato

trovare
un ragazzo che abbia esattamente i miei gusti in tutti i campi, che sia dolce e
comprensivo con me e con gli altri e che mi corrisponda abbastanza anche
fisicamente..

incontrare
una persona gay e fare tutto quel che ci piace

Trovare
un ragazzo definitivo !!!

E’ quello
di avere una relazione stabile in futuro

Il mio
più grande desiderio è molto semplice: trovare un bravo ragazzo, che mi piaccia
fisicamente, caratterialmente e intellettualmente con cui vivere insieme giorno
dopo giorno avendo insieme tante belle esperienze.

potermi
condividere nel bene e nel male con chi desidera lo stesso da me

trovare
un ragazzo che tenga a me, che sia sincero e che mi ami
Vivere finalmente la mia sessualità e la mia vita da gay alla luce del sole
senza nascondere più nulla a nessuno, trovare un compagno ideale e vivere con
lui la mia vita
desidero innamorarmi di un ragazzo molto passionale ma soprattutto dotato che
sappia farmi godere
trovare un ragazzo a cui piaccio veramente e mi accetta x cm sono
Vivere con un uomo più grande di me, amandolo e sentendomi libero di essere me
stessa (vestita da donna, con un ruolo di coppia femminile)
Trovare un ragazzo con la testa sulle spalle che viene da un’esperienza come la
mia disposto a mettersi in gioco un passo alla volta.
Scoprirmi un giorno sereno.
Avere una relazione stabile e duratura con un ragazzo, che porti alla
convivenza (magari tutta la vita!!!)
Averne una.
Frequentare un ragazzo gay.

Trovare
un ragazzo con cui si instauri una reciproca intesa fisica e mentale, per
condividere insieme le esperienze della vita.
Pomiciare
Essere amato.
Avere un ragazzo da amare e che mi ami.
Trovare un ragazzo che riesca a stimolarmi mentalmente e soddisfi tutte le mie
voglie.
Vivere sesso in maniera completa.
Trovare un ragazzo.
Trovare un ragazzo stabile, che sia anche affettuoso e mi aiuti sia a sentirmi
accettato che a capire ciò che ancora non so di me stesso; ovviamente mi
piacerebbe essere allo stesso modo un punto di riferimento per lui, non vorrei
che ci fossero disparità eccessive fra noi.

(Il
ragazzo, tra parentesi, esiste pure, ma purtroppo è etero. acc.)
Essere accettato dai miei genitori per come sono ed avere un ragazzo.
Vivere per sempre con il cuore pieno di amore come mi succede da un anno e
mezzo a questa parte.
Portare la mia sessualità su un altro livello.
Avere accanto una persona a cui penso…
Io sto BENISSIMO!!! ho un rapporto d’amore favoloso!!!

SONDAGGI DI PROGETTO GAY SULLA SESSUALITA’ GAY

SONDAGGI DI PROGETTO GAY
potete
trovare tutte le modalità per partecipare ai sondaggi di Progetto Gay,
per leggere le risposte ai sondaggi e le statistiche relative. Riporto
qui di seguito la pagina delle statistiche riassuntive al 31.12.1009.
________________
117 risposte
LA MIA ETA’ in media 24,2

DOVE VIVO
In un grande metropoli 28 25%
In una città di media grandezza 23 20%
In una piccola città 22 19%
In un grosso paese 16 14%
In un piccolo paese 22 19%
In una zona isolata 2 2%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
CON CHI VIVO
Vivo con i miei genitori 94 83%
Condivido un appartamento con altri studenti nella città dove studio 8 7%
Vivo per conto mio e non coabito con nessuno 9 8%
Vivo con il mio ragazzo 2 2%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
I MIEI GENITORI
I miei genitori convivono serenamente 74 65%
I miei genitori convivono burrascosamente 18 16%
I miei genitori sono separati 5 4%
I miei genitori sono divorziati 5 4%
Ho solo mio padre 2 2%
Ho solo mia madre 6 5%
Non ho più i genitori 3 3%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
FRATELLI/SORELLE in media 1.12

QUANTO MI RITENGO SODDISFATTO DEL MIO INSERIMENTO SOCIALE
Vivo condizioni di disagio profondo
Mi sento totalmente gratificato
1 –
Vivo condizioni di disagio profondo
1 1%
2 5 5%
3 13 12%
4 11 10%
5 17 16%
6 11 10%
7 26 24%
8 18 17%
9 3 3%
10 –
Mi sento totalmente gratificato
3 3%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
I MIEI AMICI
Non ho amici 11 10%
Ho un solo amico 5 4%
Ho una sola amica 2 2%
Ho pochissimi amici 24 21%
Ho pochi amici 45 40%
Ho molti amici 26 23%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
I MIEI AMICI GAY
Non ho amici gay 60 53%
Ho un solo amico gay 17 15%
Ho pochissimi amici gay 15 13%
Ho pochi amici gay 13 12%
Ho molti amici gay 8 7%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
IL MIO ORIENTAMENTO SESSUALE
Mi sono sempre ritenuto gay 69 61%
Ho avuto esprienze etero in precedenza 21 19%
Sono ancora incerto sul mio orientamenro sessuale 15 13%
Mi sento bisex più che gay 8 7%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
LE MIE CONOSCENZE SUL MONDO GAY
Non so nulla della realtà gay 16 14%
Ho un po’ di idee desunte da Internet 36 32%
Ho amci gay che non sanno di me 2 2%
Ho amici gay che sanno di me ma li sento solo in chat 10 9%
Conosco di persona ragazzi gay che sanno di me 21 19%
Frequento chat gay 7 6%
Frequento siti di incontri 2 2%
Sono inserito a piano nel mondo gay ma non sono pubblicamente dichiarato 15 13%
Sono inserito in ambienti gay e sono pubblicamente dichiarato 4 4%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
A CHE ETA’ HO CAPITO DI ESSERE GAY in media 15,6

COME HO CAPITO DI ESSERE GAY
Non no hai desiderato sessualmente una ragazza 26 23%
Non ho mai avuto rapporti sessuali con una ragazza 4 4%
Non mi sono mai masturbato pensando a una ragazza 2 2%
Non sono mai andato in erezione pensando a una ragazza 2 2%
I miei rapporti sessuali con le ragazze non erano del tutto soddisfacenti 3 3%
Con le ragazze non avevo l’erezione 0 0%
Con le ragazze l’orgasmo non era spontaneo 0 0%
Facevo sesso con una ragazza ma pensavo a un ragazzo 1 1%
Facevo sesso con una ragazza ma mi masturbavo pensando a un ragazzo 5 4%
Mi masturbavo pensando ai ragazzi 47 42%
Quando stavo vicino a certi ragazzi andavo in erezione 6 5%
Quando ero nello spogliatoio con gli altri mi eccitavo 1 1%
Mi ero innamorato di un mio amico 16 14%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
A CHE ETA’ HO ACCETTATO DI ESSERE GAY in media 20,03

IL MIO ATTEGGIAMENTO DI FRONTE ALL’ESSERE GAY
Sono felice di essere gay e mi sento bene così 75 66%
Putroppo sono gay ma non posso farci nulla 21 19%
Mi vergogno di essere gay 5 4%
Vorrei tanto essere etero 12 11%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
QUANTO MI RITENGO GAY
Raramente ho qualche fantasia gay ma mi ritengo etero
Sono gay al 100%
1 –
Raramente ho qualche fantasia gay ma mi ritengo etero
0 0%
2 0 0%
3 1 1%
4 2 2%
5 3 3%
6 10 9%
7 13 12%
8 23 21%
9 15 14%
10 –
Sono gay al 100%
41 38%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
COME HO REAGITO ALLA CONSAPEVOLEZZA DI ESSERE GAY
Non ho avuto nessun problema 35 31%
All’inizio ho provato a forzarmi alla eterosessualità ma è durato poco 21 19%
Ho cercato di evitare di masturbarmi perché pensavo ai ragazzi 0 0%
Mi sono messo con una ragazza per cercare di non pensare di essere gay 5 4%
Ho provato senso di colpa e vergogna 15 13%
Ho cercato di non pensare, rinviando ogni decisione 37 33%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
CHI SA DI ME
Mio padre 16 19%
Mia madre 23 28%
Mio fratello (i miei fratelli) 11 13%
Mia sorella (le mie sorelle) 18 22%
Un solo amico etero di cui mi fido 15 18%
Una sola amica etero di cui mi fido 11 13%
Un solo amico gay di cui mi fido 12 14%
Una sola amica gay di cui mi fido 0 0%
Pochissimi amici tutti etero 11 13%
Pochissimi amici tutti gay 13 16%
Pochissimi amici sia gay che etero 10 12%
Molti dei miei amici 11 13%
Tutti i miei amici 7 8%
Un collega di lavoro o un compagno di studi 2 2%
Pochi colleghi di lavoro o pochi compagni di studio 5 6%
Tutti i miei colleghi di lavoro o tutti i miei compagni di studio 1 1%
Sono pubblicamente dichiarato 4 5%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
IL TEMPO DELL’ACCETTAZIONE
Non ho mai avuto problemi legati alla mia sessualità gay 26 23%
Quando ho capito di essere gay ho avuto qualche problema, ma è durato poco 29 26%
Ho impiegato parecchio tempo ad accettarmi come gay 30 27%
Non credo di esseremi ancora accettato del tutto come gay 28 25%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
COME VIVO LA MIA SESSUALITA’
Non sono mai stato con un ragazzo e non penso che succederà mai 12 11%
Cerco il più possibile di sublimare mia sessualità 10 9%
Vivo la mia sessualità attraverso la masturbazione con delle fantasie tutte mie 42 39%
Mi masturbo guardando foto e video gay su internet 58 54%
Ho una relazione stabile con un ragazzo e vivo la mia sessualità con lui 16 15%
Qualche volta faccio sesso con un amico 13 12%
Cerco sesso nelle chat erotiche e nei siti di incontri 12 11%
Vorrei un ragazzo serio ma trovo solo gente che vuole sesso 20 19%
Mi innamoro ma non dico nulla e vivo tutto dentro di me 38 35%
Vorrei dare e ricevere tanto amore, del sesso mi importa meno 47 44%
Ho soprattutto bisogno di essere abbracciato e accarezzato 51 47%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
LA MIA FANTASIA MASTURBATORIA DOMINATE
Immagino di accarezzare e baciare un ragazzo 25 22%
Immagino di essere accarezzato e baciato da un ragazzo 8 7%
Immagino di masturbare un ragazzo 2 2%
Immagino di farmi masturbare da un ragazzo 1 1%
Immagino di praticare sesso orale su un ragazzo 21 19%
Immagino che un ragazzo pratichi sesso orale su di me 8 7%
Immagino di penetrare un ragazzo 9 8%
Immagino di farmi penetrare da un ragazzo 23 20%
Immagino di vedere un ragazzo nudo 3 3%
Immagino di essere nudo insieme con un ragazzo 13 12%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
LE ALTRE MIE FANTASIE MASTURBATORIE
Immagino di accarezzare e baciare un ragazzo 54 50%
Immagino di essere accarezzato e baciato da un ragazzo 50 47%
Immagino di masturbare un ragazzo 47 44%
Immagino di farmi masturbare da un ragazzo 40 37%
Immagino di praticare sesso orale su un ragazzo 61 57%
Immagino che un ragazzo pratichi sesso orale su di me 53 50%
Immagino di penetrare un ragazzo 48 45%
Immagino di farmi penetrare da un ragazzo 58 54%
Immagino di vedere un ragazzo nudo 46 43%
Immagino di essere nudo insieme con un ragazzo 65 61%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
ETA’ DEL PARTNER IDEALE
In genere mi innamoro di persone più giovani di me 24 21%
In genere mi innamoro di persone più o meno della mia età 65 58%
In genere mi innamoro di persone più grandi di me 24 21%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
I MIEI RAPPORTI SESSUALI
Non ho mai avuto rapporti sessuali con un altro ragazzo 60 51%
Ho avuto pochissimi contatti sessuali con altri ragazzi, ma non ho mai fatto veramente sesso con un ragazzo 10 9%
Ho avuto rapporti sessuali con un ragazzo solo sporadicamente 6 5%
Ho avuto un ragazzo per un periodo e facevo sesso con lui 16 14%
Ho un ragazzo da molto tempo e ho regolarmente rapporti sessuali con lui 13 11%
Ho un ragazzo da tanto tempo e faccio sesso con lui ma non solo con lui 2 2%
Ho avuto molti ragazzi e ho fatto spesso sesso con loro 10 9%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
COME VIVO O DESIDERO UN RAPPORTO SESSUALE
Un rapporto a ruoli fissi attivo-passivo finalizzato penetrazione 16 14%
Un rapporto finalizzato alla penetrazione con ruoli non necessariamente fissi 19 17%
Un rapporto finalizzato alla penetrazione ma con ruoli scambievoli 11 10%
Un rapporto che non comprende la penetrazione ma il sesso orale e la masturbazione reciproca 9 8%
Un rapporto che non comprende la penetrazione ma la masturbazione reciproca 3 3%
Un rapporto diluito in cui le coccole e la tenerezza hanno un’importanza fondamentale 55 49%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
IL PESO DEL SESSO IN UN RAPPORTO GAY
L’affettività è tutto
il sesso è tutto
1 –
L’affettività è tutto
3 3%
2 2 2%
3 6 5%
4 11 10%
5 23 21%
6 8 7%
7 27 25%
8 18 16%
9 6 5%
10 –
il sesso è tutto
6 5%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
QUANTO MI RITENGO SESSUALMENTE SODDISFATTO
Del tutto insoddisfatto
Perfettamente soddisfatto
1 –
Del tutto insoddisfatto
30 27%
2 10 9%
3 14 12%
4 9 8%
5 10 9%
6 4 4%
7 10 9%
8 10 9%
9 6 5%
10 –
Perfettamente soddisfatto
10 9%
Gli utenti possono selezionare più caselle di controllo, pertanto le percentuali possono dare una somma maggiore del 100%.
Numero di risposte giornaliere