UN RAGAZZO GAY ALLA DISPERATA RICERCA DI AMORE ATTRAVERSO IL SESSO

Ciao project,
Questa è la mia storia, anche se non è molto bella, anzi tutt’altro.
Preferirei non dare molte informazioni, perchè sono tutt’ora minorenne, e la mia storia potrebbe andare contro la legge, e infatti possiamo dire che non è quello che le personi normali definirebbero “normale”.
Diciamo che ancora non ho raggiunto i diciott’anni e vengo dal meridione, hai già avuto modo di parlare con me, ma non ho facilmente parlato di questo mio pezzo di vita.
Diciamo che nonostante tutto, e della fiducia che ripongo in te, ho paura a ripescare questi ricordi dal mare della memoria.
Iniziamo la storia finendo con inutili dilungamenti, ecco, inizia tutto un paio di anni fa, nel 2007, ero giovane.
Avevo da un po’ accettato la mia natura omosessuale, anche se la definivo alquanto bisessuale, però non fu un duro colpo, almeno per me.
Passò un po di tempo, e reprimermi mi costò quasi totalmente la vita sociale, è dura mantenere una vita che contrasta con la propria vita esterna.
Persi man mano amici ed altro, ed un coming out poco pensato mi porto a chiudere i rapporti con la mia migliore amica, anche se non portò ad un outting .
Chiudere i rapporti però non è mai facile, anzi è una tortura, mi portarono a soffrire della solitudine, mai cosa fù più grave, sopportai per un po’ di tempo, però non riuscì a mantenere tale situazione, ero giovane, ed ero stupido.
Mi ritrovai sbattuto su siti di incontri e altro, vivendo una situazione pietosa, passavo serate con sconosciuti, utilizzando la parola corretta dovrei definirmi una marchetta.
Per sentirmi meno solo mi ritrovai a fare quello che le meretrici fanno per soldi, non ebbi poche relazioni, e non sempre ero sobrio, beh, puoi comprendere la situazione.
In quel momento però mi sentivo felice, desiderato, da persone di età differenti;
Si, hai capito bene, le mie “relazioni” non si limitavano a coetanei, no, ma anche a persone totalmente fuori dalla mia età, anche trentenni.
Li davo sfogo ai miei desideri, l’essere desiderato, l’essere accettato per quello che ero, anche se non nel modo che era propriamente giusto per me.
Riuscii ad uscire comunque, riuscii a capire che era sbagliato, ma mi ritrovai di nuovo catapultato in quel mondo che non mi desiderava, in quel mondo che era differente da me, da quel vecchio mondo dal quale ero fuggito.
Comunque qualche tempo dopo riuscii a trovare qualcuno da “amare” o almeno questo era per me, la nostra relazione durò abbastanza da capire che le parole dolci, i baci, e tutto il resto erano menzogne, che mi stavano utilizzando di nuovo come prostituta, solo che questa volta mi feriva ancora più nel profondo.
Passarono mesi dopo che chiusi quella relazione, dolorosa come una spada conficcata nel cuore, che trovai qualcun’altro a cui rivolgere le mie attenzioni, questa volta sembrava reale, ma non lo era, erano di nuovo menzogne, non riuscivo a mantenere una conversazione aperta per più di dieci minuti senza che finissimo a letto, anche se questa volta niente baci, niente amore, solo sesso da parte sua, nemmeno una bugia alla fine, nemmeno le parole “non andare” quando uscii da casa sua.
E poi qualche giorno fa, con un fare vittimistico ritorna, come niente fosse, senza aspettarsi però una presa di posizione, la forza di non ricadere.
Si, la forza di non ricadere in quello che era gia successo, la forza di mantenere salde le mie convinzioni, e di lasciare che scomparisse di nuovo.
Ora sono qui, forte, rimango saldo nelle mie convinzioni, anche grazie a nuovi amici, che comprendono e vivono nel mio mondo, e anche grazie alla consapevolezza che non sono mondi diversi, ma lo stesso unico mondo, che purtroppo è composto dalla nostra piccola, ma non tanto, popolazione e la loro, che come ho imparato a conoscere, non è tanto differente, e non è tutta uguale, ci sono anche persone che comprendono e accettano quello che siamo, per fortuna.
Project, questo è un pezzo della mia vita, non ho inserito volutamente nomi e altro per facilitarti il lavoro, perchè vorrei che tu faccia vedere questo stralcio di vita, questa pagina della mia storia, a tutti gli utenti che ti seguono, perchè credo che sia giusto che loro vedano, e conoscano certi lati del nostro mondo.
Grazie project di tutto, della tua casa virtuale e della forza che ci dai grazie alle tue parole, e i tuoi consigli.
Project credo di parlare per tutti, GRAZIE!!!

Se volete, potete partecipare alla discussione di questo post aperta sul Forum di Progetto Gay:

http://progettogayforum.altervista.org/viewtopic.php?f=23&t=457

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...