SESSUALITÀ GAY

L’analisi statistica delle chiavi di ricerca usate dai lettori per accedere ai siti di Progetto Gay offre un quadro abbastanza preciso delle questioni che interessano l’utente medio. Ho effettuato una selezione delle questioni più comuni e interessanti e cercherò di dare una breve risposta, corredata, ove possibile, di link ad articoli già pubblicati sui siti di Progetto Gay.

È possibile essere gay e non saperlo? Come fare a capire se se sei gay. Non so se sono gay o etero. A 16 anni si capisce di essere omosessuali? A che età si può diventare gay?

Paura di essere gay

L’educazione sessuale che un ragazzo riceve è praticamente tutta etero. Questo fatto comporta parecchie volte ad una inconscia repressione delle tendenze omosessuali favorita dagli ambienti omofobi e dalla facilità a mettere in pratica la sessualità etero rispetto a quella gay. Circa il 25% dei ragazzi che finiscono per riconoscersi gay hanno attraversato una fase di comportamenti eterosessuali, più o meno soddisfacenti ed hanno scoperto solo col tempo e non senza difficoltà, la loro omosessualità.

Vedi in proposito:
DA ETERO A GAY:
COME HO CAPITO DI ESSERE GAY:
A CHE ETA’ SI CAPISCE DI ESSERE GAY?:
ACCETTARSI COME GAY:
PAURA DI ESSERE GAY:
NORMALITÀ E PAURA DI ESSERE GAY:
SONO GAY:
CHE COSA SIGNIFICA ESSERE GAY:

Non sopporto mio figlio gay

È la tipica affermazione di un genitore omofobo che non ama il figlio per quello che è ma manifesta la sua intolleranza contro i gay riversandola direttamente sul figlio. Atteggiamenti di questo genere sono dettati da una profonda ignoranza di che cosa significa essere gay. Con atteggiamenti del genere si condiziona pesantemente la vita dei figli e si rende loro particolarmente difficile essere quello che sono. Affermazioni come queste sono un segno evidente di mancanza d’amore nei confronti del figlio.

Vedi in proposito:
RAGAZZI GAY E GENITORI OMOFOBI:
SCOPRIRE L’OMOSESSUALITA’ SI UN FIGLIO:
ACCETTARE UN FIGLIO GAY:
HO UN FIGLIO GAY:
.
Siti gay nascosti.

Diffidate sempre di tutto ciò che porta l’etichetta gay e che non si presenta alla luce del sole. In alcuni paesi del mondo l’omosessualità è perseguita penalmente anche con la pena di morte. In Italia (e nella Comunità Europea) non c’è alcuna sanzione penale della omosessualità e sono vietate le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale. I siti che trattano di omosessualità in modo serio (come quelli di Progetto Gay, ma ce ne sono molti altri) non hanno nulla da nascondere ma conducono con impegno una battaglia di civiltà, che dalla piena pubblicità ha solo da guadagnare.

Vedi in proposito:
RAGAZZI GAY IN INTERNET:
.
A che porta reprimere la propria omosessualità? Come smettere di essere gay. Get rid of gay feeling. Gay why or why not.

In tutte queste chiavi di accesso si ritrova un denominatore comune: quello dell’essere gay come scelta, quasi che ciascuno avesse la possibilità di reprimere quello che è, di liberarsi di se stesso o di smettere di essere quello che è in base a una valutazione di costi e benefici che motivi la scelta. Un simile apprezzamento dell’essere gay come scelta soggettiva non ha alcuna ragion d’essere e cozza contro l’evidenza del fatto che quanti si identificano come gay a seguito di percorsi non semplici e spesso fortemente contro corrente, non lo fanno certo a seguito di una valutazione di costi è benefici, che risulterebbe totalmente sfavorevole, ma esclusivamente a seguito del riconoscimento della loro identità gay. A seguito di una educazione eterosessuale, applicata anche a ragazzi che in condizioni di libertà non esiterebbero a considerarsi gay, parecchi ragazzi si individuano erroneamente come etero. Questa identificazione richiederà loro uno sforzo non indifferente per essere superata. Ma non accade mai che un ragazzo che si sia identificato come gay torni spontaneamente alla eterosessualità. Perche l’identificarsi come gay non avviene per errore indotto dall’ambiente, essendo l’ambiente radicalmente orientato vero l’etero sessualità ma per maturata consapevolezza della propria identità. L’identificazione erronea di sé come omosessuale sarebbe certamente possibile in un ambiente fortemente orientato verso l’omosessualità, cosa che è comunque una pura ipotesi di scuola, lontanissima dalla realtà concreta.

Vedi in proposito:
GAY TRA MORALE VERA E TERAPIE RIPARATIVE:
GAY REPRESSI E RELIGIONE:
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...