CRONACHE DI PROGETTO GAY 4

1) ReMindZ augura a tutti feste tanto serene
Ho parlato ieri sera con ReMindZ, è in procinto di partire ed è molto dispiaciuto perché per qualche giorno non potrà sentire i ragazzi che ha appena conosciuto, mi ha pregato di scriverlo in un post e mi ha detto: “Per favore se puoi manda un saluto da parte mia a tutti i ragazzi, e dì che auguro loro delle feste tanto serene! … e che li ringrazio per avermi accettato tra loro!”
Questo post è dedicato a ReMindZ a nome di tutti noi perché possa godersi le sue vacanze. Noi siamo qui ad aspettarlo!
2) Come ho già detto nel post “Ciao Guidotto”, ribadisco qui che il fatto che Guidotto ci prenda sul serio è una cosa estremamente positiva. Lui ha inserito il suo commento a mezzanotte e io sono stato al computer fino alla 3.30 per scrivere la mia risposta. Come al solito, lo ribadisco, apprezzo moltissimo parlare con persone serie che non condividono, almeno parzialmente, i miei punti di vista e mi sento onorato della serietà dei commenti di Guidotto al quale vorrei dire che, anche se quello che scrive sul suo blog può non soddisfarlo a pieno, si tratta comunque di cose veramente belle che mi comunicano emozioni e sentimenti, ben al di là di qualunque discorso di carattere teorico o di principio. Leggendo quelle cose, lo dico chiaramente, sento Giudotto molto vicino, anche se di lui non so assolutamente nulla.
3) Informo gli amici di Progetto Gay che hanno letto il post “Come nasce un amore gay”, e soprattutto Davide, che della storia d’amore tra Sandro e Federico, di cui nel post è presentato l’inizio, pubblicherò oggi la seconda parte. Sandro e Federico mi hanno raccontato al microfono la loro storia, permettendomi di registrarla e di pubblicarla, il 28 Luglio del 2007. Come vedrete (e avete già visto) in pratica parla solo Sandro, Federico interverrà ma solo in misura minima nel seguito. Ci tengo a sottolineare che la storia di Sandro e Federico, nella parte che pubblicherò oggi, si ricollega strettamente alla tematica del rapporto gay-religione ed è per questo che ho scelto di pubblicarla adesso. Preciso che la pubblicazione mi costa un lavoro enorme perché del racconto ho solo i file audio e devo quindi trascriverli integralmente, lavoro che, come potete immaginare, è molto gravoso, ma sono sicuro che ne vale la pena.
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...