DIALOGO GAY – ESSERE O NON ESSERE GAY (DELL’OSSO INCANO)

Personaggi:
– Un ragazzo gay ventenne
– Un vecchio gay (non diciamo chi è)

____

– L’anno scorso ho conosciuto un ragazzo che era una cosa meravigliosa, me ne sono innamorato subito, era bello, vero, serio, affettuoso… ovviamente era etero! D’altronde era troppo perfetto per essere gay… Adesso mi puoi dire qualunque cosa ma gay in sé è imperfezione, cioè non si può negare che essere gay è un’anomalia… con tutti i guai che una cosa del genere comporta… è una forma di sessualità anomala! Puoi pure aggredirmi perché penso una cosa del genere, anzi sono sicuro che succederà. Tu ti affanni tante volte a dire che non è vero ma invece è vero, fissatelo bene in testa… la natura è maschio e femmina non maschio e maschio, ci puoi girare intorno quanto ti pare ma le cose stanno oggettivamente così… non c’è procreazione… tra gay non c’è procreazione e per fortuna …. sì per fortuna!
– Ma che cavolo dici? … ma ci sei o ci fai? … ma tu ti sei accettato veramente? … perché dici cose strane per un gay…
– Ma io sono diverso, sono unico, ricordatelo! …diverso da chiunque altro e questo molto prima di scoprirmi gay… Io sono me stesso prima che essere gay… questo tu non lo vuoi capire… anche tra i gay mi sento fuori… anomalo, tanto quelli che ragionano come te e che hanno la testa fasciata ripetono solo slogan … e tu me ne dai la conferma… io ho avuto l’opportunità di rendermi conto di molte altre cose…
– Senti, Unico! non ti credere troppo unico… alla fine la vita è sempre quella… pure per te… e comunque tu… mh…
– Oh calma! … tu cosa? … dai spara… adesso voglio vedere che cosa intelligente mi tiri fuori…
– Mi sa che c’hai ancora un bel po’ di pregiudizi sui gay… parli come uno che si sente sbagliato… cioè ti manca l’idea di gay come normalità… che per me è ovvia! Non mi sentirei mai una cosa contro natura…
– No?
– Scusami ma hai un’idea molto ristretta della natura… molto schematica…
– Scusami tu ma a me piace fare discorsi che hanno una base scientifica, io osservo, non predico questioni di principio senza fondamento… e non potrò mai ritenere un gay normale … nel senso della natura…
– Eh no! Questa non te la passo!!!
– Nemmeno io!
– Da buono scienziato "da strapazzo" ragioni ancora come nel medioevo! La natura è quello che esiste! Non quello che tu pensi che debba essere. Che in natura ci sia qualcosa contro natura è un oltraggio la buon senso… L’idea stessa di contro natura è logicamente incongruente.
– Ma non ho detto che è contro natura ma che è una normale anomalia negli schemi generali della natura
– Non anomalia… ma variante… sai che cosa sono le varianti?
– La smetti? Cioè? Sfotti?
– Aspetta… è una cosa seria…
– Si ok… dai te la abbuono diciamo varianti ok ok, se no ti metti a fare storie pure sulle parole… però varianti che seguono schemi poco probabili… dimmi
– Lo sai che cos’è l’osso "incano"?
– No… che è?
– Cioè gli Incas e i loro discendenti hanno un osso cranico in più… detto osso incano!
– E allora?
– Sono delle varianti genetiche…io non dico che essere gay sia come la storia dell’osso incano… però è una cosa naturalissima! … come tutto ciò che esiste in natura… noi compresi! … voglio dire noi gay.
– I gay non centrano con i geni… lo vedi tu impapocchi tutto non vedi le cose in termini scientifici… per fortuna la natura seleziona e quindi è raro che i gay procreino…
– Non dico affatto che sia una questione genetica… però, guarda stai dicendo cose assurde… lo vedi, anche tu ne fai una questione di selezione naturale…
– Sì, sì, va bene… però chissà se c’è una selezione naturale veramente… perché da quello che vedo io di gay ce ne sono sempre di più… e questo è strano, non va d’accordo con l’idea di selezione… mah! Insomma, battute a parte, secondo me, è tutta una questione culturale, sociale…
– La selezione naturale… mah! Se ci vuoi giocare fa pure… però… sì, alla questione culturale o affettiva (soprattutto) ci credo benissimo pure io… però tu per i gay dovresti avere un po’ più di rispetto…
– Bah io ho rispetto per i gay, dico solo che sono un’anomalia culturale… tutti problemi di infanzia… ora pure io sono così e mi va bene…
– Ma tu guarda questo! Mi deve fare arrabbiare stasera! Un omofobo gay! Un paradosso!
– Dici solo cavolate! Io non sono omofobo!
– Ah! Le cavolate le dico io?!
– Io sono realista e tengo i piedi per terra!
– Ma quando mai! Tu non hai rispetto per i gay….
– Che stress… sì invece, certo che li rispetto… dico solo che so che sono anomalie…
– Ma tu li consideri una sottospecie umana…
– Senti caro, la società è fatta al 99% di etero… il resto sono anomalie della media… io non li considero affatto una sottospecie… anomalia vuol dire diverso dalla media
Ma gli etero saranno forse poco più del 90%
– Forse anche meno…
– E allora… se siamo circa il 10% … siamo un’anomalia di che? Adesso… aspetta… se stai giocando va bene…
– No, no, non sto giocando per niente
– Allora è grave!!!
– Ma no… abbiamo solo modi diversi di intendere la vita tu sei tendenzialmente un letterato… io uno scienziato
– … ma quando mai! Tu sei un gay pentito! … vabbe’, scusa… è una provocazione… però…
– umm beh
– Lo vedi… non rispondi… quindi ci ho preso…
– Però essere normale non sarebbe stato scomodo…
– "normale" ma è una parolaccia! … certo, sotto certi profili, sarebbe stato più semplice… ma non mi è mai venuto in mente di desiderare di essere etero…
– A me si! … e mica me ne pento… essere etero è normale… essere gay è solo una complicazione… dimmi che non è vero!
– Mh! sarà anche una complicazione ma è la mia vita! … non desidero essere niente altro! … lo vedi che sei pentito!
– Ehi, calma, tu c’hai cento anni! … e io 20! … è diverso …io potrei ancora tornare indietro…
– Seeee!
– Ahahah… va bene… questa te la passo…
– Io non sono mai stato pentito meno che mai a 20 anni!
– Perché non eri veramente cosciente come me della tua condizione probabilmente…
– Ne ero coscientissimo e fierissimo…
– Infatti lo vedo… ma non bisogna mai essere fieri di ciò che si è
– Ah no? Io non ho mai avuto il minimo dubbio di quello che ero e di quello che volevo essere…
– Quelli che sono troppo sicuri di sé nascondono sempre qualche lato oscuro … comunque nemmeno io ho dubbi circa il fatto di essere gay…
– Senti… con questo subconscio e con questi lati oscuri… ma dai! … ma come fai a credere ancora a cose del genere?
– Perché sono più sveglio di te forse… boh però non lo so… ora sono troppo stanco per ragionare… mi chiedi troppo… vabbe’ va… per oggi basta… ci sentiamo domani… Buonanotte!
– Buonanotte a te… però è vero che in un certo senso sei Unico!
– Ahahah… Notte! Ci sentiamo domani!

Un pensiero su “DIALOGO GAY – ESSERE O NON ESSERE GAY (DELL’OSSO INCANO)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...